Arlacchi: «Questa guerra non la vinceremo mai. Si arrivi al cessate il fuoco»

E-mail Print PDF

Il Messaggero, 11 ott. 2010

L'intervista

di Roberto Romagnoli

Bruxelles – Parlamento dell’Unione europea, nono piano. Visto da qui, dalla stanza di Pino Arlacchi, deputato europeo inserito nella Commissione Esteri, l’Afghanistan sembra una cavia nelle mani di chi avrebbe voluto liberarlo e invece è finito con l’usarlo come un esperimento di laboratorio. E questo atto di accusa è contenuto nel “Progetto di relazione su una nuova strategia per l’Afghanistan” che lo stesso Arlacchi ha presentato all’Assemblea parlamentare. A giorni il progetto sarà in discussione ed emendato; a novembre sarà posto ai voti.

C’è bisogno di un cambio di strategia per vincere la guerra?

«No, questa guerra non sarà mai vinta. Ora la priorità è arrivare a un cessate il fuoco».

E cosa bisogna cambiare?

«Innanzitutto porre fine allo scandalo dei contractors, bande di criminali che con il loro modo di .agire hanno fatto risorgere i talebani. I contractors sono 112.000, la maggior parte Usa e britannici, a fronte di 79.000 uomini in divisa. Rappresentano la privatizzazione della guerra. I loro “servizi di sicurezza” costano 14 miliardi di dollari l’anno. Sono uno scandalo».

Anche la situazione afgana, a fronte dell’enorme sforzo finanziario fin qui compiuto dalla comunità internazionale, è uno scandalo.

«E’ vero. Dal 2002 sono aumentate mortalità infantile, ignoranza e povertà. Si stima che in Afghanistan il costo per realizzare una scuola si aggiri sui 100.000 euro, dieci volte tanto per realizzare un ospedale. Ci si chiede: dove sono finite le decine di miliardi di dollari di aiuti? Il 70-80% non ha mai raggiunto il popolo afgano andando smarrite tra sprechi, costi eccessivi di intermediazione e sicurezza, fatturazione eccessiva, corruzione. L’insurrezione afgana si nutre soprattutto attraverso la catena delle forniture militari; con la guerra finanziamo i nostri nemici».

Il buonismo degli italiani è servito a qualcosa?

«Il modo di agire dei soldati italiani avrebbe dovuto servire da esempio per tutti gli altri. Purtroppo non siamo riusciti a farlo diventare una linea guida».

Qual è il peso della UE nelle decisioni sull’Afghanistan?

«Ha sempre seguito il pensiero Usa, non c’è mai stata una politica a Bruxelles e con la nomina della Ashton (ministro degli Esteri della UE) le cose sono peggiorate. Non conosce i problemi internazionali e non ha leadership».
 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

L'Eredità di Giovanni Falcone ed i rischi del presente

L'Antidiplomatico 23 Maggio 2020   “Potrei fare a meno di tanti colleghi, ma non potrei mfare a meno di Pino Arlacchi” Giovanni Falcone Il...

Articoli | 23 May 2020

Ora attenti a questa Finanza predatoria

Il Fatto Quotidiano 21 Maggio 2020 Lo scenario di queste settimane richiama per certi versi quello del “golpe dello spread” che...

Articoli | 21 May 2020

"Dietro l'aggressione imperiale contro il Venezuela c'è un racket mafioso

L'Antidiplomatico 12 Maggio 2020 L’ ultima aggressione al Venezuela, la sesta in due anni, è appena fallita. Gli Stati Uniti hanno...

Articoli | 13 May 2020

Gli Stati Uniti dal governo mondiale alla protezione mafiosa

La Fionda, 7 Maggio 2020 In questi tempi arroventati, si cercano i precedenti della crisi attuale e si discute molto, perciò,...

Articoli | 10 May 2020

Conte difende il nostro paese dai figli di Troika

Il Fatto Quotidiano, 7 Maggio 2020 In questi tempi di fuoco, l’unico uomo di governo che pare aver capito qual è...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi all'Antidiplomatico: "Un Piano B prima che la finanza predatoria colpisca l'Italia"

L'Antidiplomatico, 25 Aprile 2020 Professore, come commenta l’ accordo del Consiglio Europeo dell’ altro ieri che ratifica le conclusioni dell’ Eurogruppo...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi - Il nuovo ordine mondiale (che non ci sarà)

L'Antidiplomatico, 24 Aprile 2020 Circola una retorica sensazionalista che vede la sindrome del Coronavirus come una svolta radicale della storia moderna:...

Articoli | 10 May 2020

L’anomalia italiana è la Lombardia

Il Fatto Quotidiano, 9 Aprile 2020 L’anomalia dell’alto numero di decessi italiani per coronavirus rispetto a quelli del resto del mondo...

Articoli | 10 May 2020

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana"

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana

Il Periodista, 1 Aprile 2020 di Ruggero Tantulli. Il Periodista ha chiesto a Pino Arlacchi, ex vicesegretario dell'Onu e architetto della...

Articoli | 10 May 2020

Cina e Stati Uniti: la grande sfida alla pandemia mondiale

Il Fatto Quotidiano, 30 Marzo 2020 Pechino ha preso il problema per le corna, scegliendo la guerra al Covid. Una decisione...

Articoli | 10 May 2020

Newsletter


Chi è Online

We have 468 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info