Fondi alle imprese, inchiesta a Bruxelles

E-mail Stampa PDF

Aziende senza fondi: la denuncia di Arlacchi

Metropolis, 9 mag. 2013

Palazzo Santa Lucia cancella finanziamenti per centinaia di imprese dell'Agro, mettendo a rischio circa 5mila posti di lavoro: l'europarlamentare Pino Arlacchi apre un'inchiesta interna a Bruxelles per capire come sono stati commessi degli illeciti in Regione Campania. Tutto era iniziato insieme a una class action contro Palazzo Santa Lucia e in particolare con una causa nei confronti di Stefano Caldoro, governatore regionale. Insieme al rappresentante scafatese, Michele Raviotta, si era tenuta una riunione lo scorso 15 dicembre negli uffici della Eco Mac in via Galileo Ferraris. L'onorevole Pino Arlacchi aveva deciso di incontrare gli imprenditori di 159 aziende per discutere la strategia da adottare, dopo la revoca degli incentivi arrivata dalla Regione.

In pratica la Regione, in esecuzione del Por Campania Fesr 2007-2013, ha ammesso agli aiuti per lo sviluppo e l'innovazione tecnologica 159 imprese del Sud tra cui anche numerose dell'agro nocerino sarnese. Lo scorso ottobre, dopo circa tre anni dall'ammissione delle agevolazioni, la Regione ha avviato dei procedimenti di revoca degli incentivi, senza fornire agli interessati adeguate motivazioni. La Commissione europea ha risposto all'interrogazione parlamentare di Arlacchi, facendo sapere che la procedura di individuazione dell'ente gestore è da considerarsi irregolare, alla luce della legislazione comunitaria in materia di appalti pubblici. "La Regione - ha risposto la Commissione europea - non potrà certificare alla Commissione le somme originariamente previste, in quanto è considerato del tutto irregolare il modo di gestire gli aiuti". In particolare dopo aver subito la revoca degli incentivi le aziende non potranno più fare richiesta di co-finanziamento del Fesr. "È inammissibile - aveva detto Arlacchi - che aziende affermate debbano vedersi revocare della Regione degli incentivi, senza ricevere in cambio motivazioni adeguate. Le imprese ammesse alle agevolazioni hanno dovuto fornire prova concreta di interesse all'innovazione, sottoscrivendo un contratto di leasing finanziario con istituti di credito, per acquistare macchinari e creare posti di lavoro. Una vergogna considerata la situazione occupazionale del Mezzogiorno". Insieme anche all'avvocato Paolo Santacroce si era deciso di intraprendere una class action ma intanto il parlamentare di Bruxelles  aveva intrapreso la strada dell'inchiesta interna nell'organismo europeo che lo sta portando sempre più vicino a una denuncia per truffa ai danni del governatore della Campania Stefano Caldoro in qualità di responsabile degli uffici pubblici. "L'aspetto più grave di questa vicenda - aveva sostenuto Arlacchi - è la truffa messa in atto dalla Regione che si è avvalsa come soggetto gestore di Microcredito Centrale spa, senza indire alcun bando di gara ma procedendo con affidamento diretto". A dar man forte e sostegno alle aziende scafatsi coinvolte in questo difficile scenario a metà strada tra la polemica giudiziaria e quella politica, il candidato a sindaco di Scafati con il Cotucit, Michele Raviotta che spiega: "Insieme ad Arlacchi intraprendiamo questa battaglia per ridare la possibilità a queste aziende di ottenere i soldi che gli spettano ma soprattutto intendiamo fare il possibile per salvare circa 5mila posti di lavoro sparsi in tutto il territorio campano e in particolare nell'Agro".

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 287 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info