Pino Arlacchi candidato alle Europee con Italia dei Valori

E-mail Print PDF

 

EUROPEE: IDV CANDIDA VATTIMO, ARLACCHI E PRECARIA CAI

Roma, 1 apr. (Adnkronos) - Due ex parlamentari provenienti dal Pds-Ds, un ex deputato del Prc e sindacalista della Fiom, un'assistente di volo della Cai, un avvocato e il portavoce di un'associazione pacifista. L'Idv continua a preparare la squadra dei candidati che portera' alle europee.

Oggi Antonio Di Pietro ne ha presentato un nuovo pacchetto nel corso di una conferenza stampa premettendo, con una punta di ironia evidentemente indirizzata al Pd ancora in cerca di una collocazione definitiva tra i gruppi rappresentati all'Europarlamento, che gli eletti dell'Idv aderiranno all'Eldr. "Noi una casa dove andare ce l'abbiamo - ha detto Di Pietro - l'Idv non gioca con gli elettori e dice in anticipo dove portera' i voti che otterra' alle elezioni europee".

Anche nella scelta dei candidati, ha aggiunto, l'Idv non punta sui "pacchettari dei voti". "Non mandiamo in Europa gli arrivisti o quelli che una volta eletti non si fanno piu' vedere. Abbiamo scelto gente motivata, che ha voglia di impegnarsi e di lavorare", dice. Fatta questa premessa il leader dell'Idv ha lasciato la parola ai candidati. "Sono un cattolico e un comunista - ha esordito Gianni Vattimo, gia' senatore indipendente nelle fila dei Ds- sono quello che si definisce un cattocomunista. Comunque sono un credente e anche se provengo da una cultura e da un'educazione cattolica, mal sopporto le ingerenze delle gerarchie vaticane nella laicita' dello Stato". Dalla sinistra a un partito d'ordine come l'Idv. Perche'? "Innanzitutto non sono piu' tanto convinto che questa sinistra abbia piu' tante chanches di resistere. Troppi personalismi e poca opposizione. L'Idv, invece, e' l'unica vera opposizione alla deriva berlusconiana. Infine anche io sono un uomo d'ordine, perche' difendo la Costituzione. Quindi non ci vedo alcuna incoerenza".

Ho accettato la candidatura dell'Idv perche' ho fatto della verita', della giustizia e della lotta alla criminalita' la mia ragione di vita - ha spiegato Pino Arlacchi, ex parlamentare del Pds per due legislature e un lungo curriculum di prestigiosi incarichi internazionali alle spalle nel campo della lotta alla droga e nella prevenzione del crimine - l'Idv e' un partito che non ha paura di dire come stanno le cose, non ha paura di rischiare e di lottare". L'esperienza del Pd, Arlacchi se l'e' gettata alle spalle. "Ad un certo punto mi sono chiesto cosa ci stavo a fare in un partito senza identita', che non si sa cosa sia ne' dove stia e che non riesce a fare opposizione. L'Idv nel corso del tempo e' invece diventato un partito a tutto tondo, che si occupa non solo di legalita' e giustizia ma che ha ora un profilo anche sulla politica estera e nelle problematiche del lavoro".

Un campo al quale dovrebbe dedicare il proprio impegno, l'ex parlamentare del Prc e sindacalista della Fiom, Maurizio Zipponi. "Siamo nel mezzo di una crisi economica terribile -ha dichiarato- che il governo sta cercando con tutti i mezzi di minimizzare. Solo riconoscendone le dimensioni, l'Italia sara' in grado di affrontarla. Altimenti rischia di pagare, anzi di farla pagare ai lavoratori e alle fasce piu' deboli della societa', a caro prezzo".

"Ho accettato la candidatura -ha spiegato Giovanni Pesce, avvocato, impegnato tra l'altro come difensore del magistrato Clementina Forleo- perche' l'Idv e' un partito aperto, che permette agli esponenti della societa' civile e delle professioni di fare attivita' politica". Di Pietro ha aggiunto che la candidatura di Pesce sta a dimostrare che "l'Idv non e' un partito giustizialista che sa solo opporsi al garantismo e alla cultura del diritto".

Per un seggio a Strasburgo correranno anche Giorgio Schulze, portavoce del Nuovo umanesimo europeo, un movimento attivo nel campo della pace e della non violenza e Marusca Piredda. Assistente di volo in Alitalia, Marusca Piredda si e' battuta nei mesi della contrattazione per la liquidazione della compagnia di bandiera e, dopo il passaggio alla Cai, per la tutela dei diritti dei lavoratori. "Di Pietro e l'Idv -ha raccontato- ci hanno sostenuto nella lotta per la difesa dei posti di lavoro e hanno detto con chiarezza fin dal primo momento come sarebbe finita la vicenda Alitalia".

"Oggi molti di noi sono a casa in cig, tanti altri sono stati licenziati. Per questo ho deciso di accettare la candidatura: battermi per restituire dignita' al tema del lavoro e dei diritti dei lavoratori. Altro punto sul quale ho deciso di impegnarmi e' la condizione femminile: le donne -ha concluso- sono i soggetti piu' esposti e indifesi e spesso sono costrette a rinunciare alla maternita' e alla famiglia per conservare il posto di lavoro. Cosa raccontero' domani a mia figlia quando sara' grande? Che sono disoccupata perche' ho deciso di diventare mamma?".

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

L'Eredità di Giovanni Falcone ed i rischi del presente

L'Antidiplomatico 23 Maggio 2020   “Potrei fare a meno di tanti colleghi, ma non potrei mfare a meno di Pino Arlacchi” Giovanni Falcone Il...

Articoli | 23 May 2020

Ora attenti a questa Finanza predatoria

Il Fatto Quotidiano 21 Maggio 2020 Lo scenario di queste settimane richiama per certi versi quello del “golpe dello spread” che...

Articoli | 21 May 2020

"Dietro l'aggressione imperiale contro il Venezuela c'è un racket mafioso

L'Antidiplomatico 12 Maggio 2020 L’ ultima aggressione al Venezuela, la sesta in due anni, è appena fallita. Gli Stati Uniti hanno...

Articoli | 13 May 2020

Gli Stati Uniti dal governo mondiale alla protezione mafiosa

La Fionda, 7 Maggio 2020 In questi tempi arroventati, si cercano i precedenti della crisi attuale e si discute molto, perciò,...

Articoli | 10 May 2020

Conte difende il nostro paese dai figli di Troika

Il Fatto Quotidiano, 7 Maggio 2020 In questi tempi di fuoco, l’unico uomo di governo che pare aver capito qual è...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi all'Antidiplomatico: "Un Piano B prima che la finanza predatoria colpisca l'Italia"

L'Antidiplomatico, 25 Aprile 2020 Professore, come commenta l’ accordo del Consiglio Europeo dell’ altro ieri che ratifica le conclusioni dell’ Eurogruppo...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi - Il nuovo ordine mondiale (che non ci sarà)

L'Antidiplomatico, 24 Aprile 2020 Circola una retorica sensazionalista che vede la sindrome del Coronavirus come una svolta radicale della storia moderna:...

Articoli | 10 May 2020

L’anomalia italiana è la Lombardia

Il Fatto Quotidiano, 9 Aprile 2020 L’anomalia dell’alto numero di decessi italiani per coronavirus rispetto a quelli del resto del mondo...

Articoli | 10 May 2020

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana"

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana

Il Periodista, 1 Aprile 2020 di Ruggero Tantulli. Il Periodista ha chiesto a Pino Arlacchi, ex vicesegretario dell'Onu e architetto della...

Articoli | 10 May 2020

Cina e Stati Uniti: la grande sfida alla pandemia mondiale

Il Fatto Quotidiano, 30 Marzo 2020 Pechino ha preso il problema per le corna, scegliendo la guerra al Covid. Una decisione...

Articoli | 10 May 2020

Newsletter


Chi è Online

We have 185 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info