Strategia dell'UE nei confronti dei paesi del partenariato orientale

E-mail Print PDF

21 gennaio 2014

I recenti sviluppi nei paesi del partenariato orientale europeo hanno dimostrato il fallimento della politica dell'UE nei loro confronti. Si può infatti affermare che la maggiore carenza della nostra politica orientale è di aver seguito passivamente la strategia degli Stati Uniti nella regione, con il suo profilo antirusso e basato sullo scontro delle civiltà. Le politiche euroamericane sono state inoltre caratterizzate da altri errori. Prima di tutto, vi era il pretesto di esportare qualcosa, ovvero la democrazia del libero mercato, che non può essere esportata poiché, se da un lato è già potenzialmente presente ovunque a causa della sua universalità, dall'altro necessita di un proprio tempo e di propri strumenti per svilupparsi e instaurarsi.

In secondo luogo, l'UE ha dato il proprio sostegno e la propria fiducia a forze locali interessate solo in apparenza ai valori e alle istituzioni occidentali, ma che in realtà desideravano potere e denaro ed erano pronte a cambiare parte e utilizzare l'ultranazionalismo e lo sciovinismo per rimanere a galla.
Molti osservatori ritengono che, al fine di promuovere una cooperazione proficua con i paesi del partenariato orientale, l'UE e gli Stati Uniti avrebbero dovuto adottare un approccio totalmente diverso nei confronti della Russia e dell'Iran, le due forze più influenti della regione.
Alla luce dei recenti eventi e a seguito del vertice di Vilnius:
1. Quali misure intende adottare l'UE per modificare e rilanciare le sue relazioni con i paesi del partenariato orientale?
2. Ritiene l'Alto rappresentante che l'UE debba imparare dagli errori del passato e discostare le sue politiche da quelle degli Stati Uniti abbandonando l'approccio da Guerra fredda e segnando un'inversione di rotta verso la cooperazione e la pace?

E-000440/2014

Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000440/2014
alla Commissione (Vicepresidente / Alto rappresentante)
Articolo 117 del regolamento
Pino Arlacchi (S&D)

Risposta

[source:www.europarl.europa.eu]
 

 

 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

L'Eredità di Giovanni Falcone ed i rischi del presente

L'Antidiplomatico 23 Maggio 2020   “Potrei fare a meno di tanti colleghi, ma non potrei mfare a meno di Pino Arlacchi” Giovanni Falcone Il...

Articoli | 23 May 2020

Ora attenti a questa Finanza predatoria

Il Fatto Quotidiano 21 Maggio 2020 Lo scenario di queste settimane richiama per certi versi quello del “golpe dello spread” che...

Articoli | 21 May 2020

"Dietro l'aggressione imperiale contro il Venezuela c'è un racket mafioso

L'Antidiplomatico 12 Maggio 2020 L’ ultima aggressione al Venezuela, la sesta in due anni, è appena fallita. Gli Stati Uniti hanno...

Articoli | 13 May 2020

Gli Stati Uniti dal governo mondiale alla protezione mafiosa

La Fionda, 7 Maggio 2020 In questi tempi arroventati, si cercano i precedenti della crisi attuale e si discute molto, perciò,...

Articoli | 10 May 2020

Conte difende il nostro paese dai figli di Troika

Il Fatto Quotidiano, 7 Maggio 2020 In questi tempi di fuoco, l’unico uomo di governo che pare aver capito qual è...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi all'Antidiplomatico: "Un Piano B prima che la finanza predatoria colpisca l'Italia"

L'Antidiplomatico, 25 Aprile 2020 Professore, come commenta l’ accordo del Consiglio Europeo dell’ altro ieri che ratifica le conclusioni dell’ Eurogruppo...

Articoli | 10 May 2020

Pino Arlacchi - Il nuovo ordine mondiale (che non ci sarà)

L'Antidiplomatico, 24 Aprile 2020 Circola una retorica sensazionalista che vede la sindrome del Coronavirus come una svolta radicale della storia moderna:...

Articoli | 10 May 2020

L’anomalia italiana è la Lombardia

Il Fatto Quotidiano, 9 Aprile 2020 L’anomalia dell’alto numero di decessi italiani per coronavirus rispetto a quelli del resto del mondo...

Articoli | 10 May 2020

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana"

Arlacchi: «A Miami i soldi della corruzione venezuelana

Il Periodista, 1 Aprile 2020 di Ruggero Tantulli. Il Periodista ha chiesto a Pino Arlacchi, ex vicesegretario dell'Onu e architetto della...

Articoli | 10 May 2020

Cina e Stati Uniti: la grande sfida alla pandemia mondiale

Il Fatto Quotidiano, 30 Marzo 2020 Pechino ha preso il problema per le corna, scegliendo la guerra al Covid. Una decisione...

Articoli | 10 May 2020

Newsletter


Chi è Online

We have 267 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info