Attenzione della magistratura su Gioia Tauro

E-mail Print PDF

«Porto grande occasione per le 'ndrine»

Il Quotidiano della Calabria.it, 15 sett. 2012

L'analisi del procuratore di palmi, Giuseppe Creazzo, e del sostituto Michele Prestipino sulla situazione nell'importante scalo. Evidenziato che i rischi di infiltrazione della 'ndrangheta nel porto non sono debellati. «Oggi operano aziende che hanno stipulato patti collusivi con aziende lecite»

GIOIA TAURO (Reggio Calabria) - I rischi di infiltrazione della 'ndrangheta nel porto di Gioia Tauro non sono debellati. È quanto emerso dalla seconda giornata degli Stati generali del porto promossi dall’europarlamentare del Pd Pino Arlacchi in collaborazione con le amministrazioni comunali di Gioia Tauro e San Ferdinando. Al dibattito, tra gli altri, hanno partecipato il prefetto di Reggio Calabria Vittorio Piscitelli, il procuratore della Repubblica di Palmi Giuseppe Creazzo ed il procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria Michele Prestipino. «Il porto – ha detto Creazzo – sorge in uno dei territori a più alta densità mafiosa e le cosche sono riuscite ad accaparrarsi i lavori dei subappalti sin dalla costruzione grazie anche all’appoggio di parte della politica. E se prima le aziende erano direttamente mafiose, oggi, come hanno dimostrato numerose inchieste, operano aziende che hanno stipulato patti collusivi con aziende lecite. Il porto quindi è una grande occasione per le famiglie di 'ndrangheta di accaparrarsi imprese pulite». Creazzo ha ricordato che solo negli ultimi anni la Procura di Palmi ha avviato 145 indagini su notizie di reato. Infine ha sottolineato che comunque le attività di controllo sono efficaci e danno risultati investigativi importanti.

Prestipino ha ricordato la provocazione della presidente di Contship Italia, Cecilia Battistello, che, in un’intervista ad un quotidiano nazionale, disse che paradossalmente per migliorare la produttività del porto sarebbe stata disponibile a fare un patto con la 'ndrangheta. «Ovviamente – ha detto Prestipino – quella era una provocazione, ma ci sono stati molti imprenditori che hanno scelto strategicamente di fare un patto con la 'ndrangheta. Oggi non c'è più un’attività predatoria, ma le cosche tendono a farsi impresa in modo subdolo, soprattutto attraverso patti collusivi che nascono con imprese non mafiose». Il magistrato ha quindi ricordato che sul fronte della droga, «tra gennaio 2009 e marzo 2011 abbiamo fatto sette sequestri di cocaina individuando quasi 2.000 chilogrammi. Da marzo 2011 ad oggi abbiamo effettuato 32 sequestri, quasi uno al mese, rinvenendo 2.900 chilogrammi. Un’attività lucrosa che le cosche possono gestire grazie al controllo del territorio».   «Chi sta in quest’area – ha concluso Prestipino rivolgendosi alle imprese che operano nell’area portuale – deve abbandonare le facili suggestioni secondo le quali la 'ndrangheta è invincibile. Noi ci siamo e continuiamo a fare il nostro lavoro di squadra con polizia, carabinieri, guardia di finanza e dogana ma occorre anche una risposta efficace da parte delle imprese che operano nel porto».


 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

Featured Articles

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Jul 2019

Rapporto Bachelet: "Dati inventati o grossolanamente esagerati. Operazione contro il Venezuela"

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Jul 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Jul 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran.   (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Jul 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Jul 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Jul 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 (https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY)   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Jul 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Jul 2019

Libia, l’intervento NATO che bombardò la ragione

Su Il Fatto Quotidiano di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Jul 2019

Newsletter


Chi è Online

We have 238 guests online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info