Home » Eventi »

Riconoscimento del Rotary assegnato al prof. Pino Arlacchi

E-mail Stampa PDF

Gazzetta del Sud, 25 gen. 2011

di Claudio Crisalli
Un'occasione speciale per un anno importante. Il Rotary Rc Sud Parallelo 38 compie vent'anni, un momento di grande significato che i soci hanno voluto celebrare consegnando un'onorificenza ai figli migliori della nostra terra.
Nel mese di ottobre del "Paul Harris" è stato insignito il prof. Antonio Monorchio, l'altro ieri il ricooscimento è stato assegnato al prof. Pino Arlacchi, nativo di Gioia Tauro, già membro del Senato e della Camera, oggi siede tra i banchi dell'Europarlamento di Strasburgo. Politico ma, soprattutto, sociologo e scrittore, con pubblicazioni sul crimine organizzato che hanno ricevuto consensi in tutto il mondo.

Una serata conviviale ma anche un appuntamento con la cultura con la presentazione della sua ultima fatica: "L'inganno e la paura. Il mito del caos globale". Un libro che non riguarda nè il Sud nè la mafia, ma che parla della situazione internazionale "vista dal punto di vista eversivo". «Un modo per dissentire – ha specificato il prof. Arlacchi – e dire tutto il contrario di ciò che la gente pensa. Perché si vuole far credere che andiamo verso un mondo sempre più caotico, catastrofico, fatto solo di conflitti e paure. Tutto ciò è un paradosso poiché in tutta la storia del genere umano l'uomo non ha mai dovuto temere così poco per la sua vita, i suoi beni e per il suo futuro». La violenza, ha osservato Arlacchi, tende a diminuire in tutto il mondo e a tutti i livelli, ed anche se vi è grande sofferenza e degrado ci sono gli strumenti per costruire un mondo migliore. «Tutto questo – ha continuato – contrariamente a quello che vogliono far intendere i costruttori di paura che hanno degli interessi costituiti, inganni che dobbiamo svelare poiché ci impediscono di progredire».
Questo il messaggio del libro. Un ottimismo dettato, così come lui stesso ha specificato, dall'esperienza maturata alle Nazioni Unite che gli ha fatto cambiare idea sui problemi del mondo, deciso nel ritenere che adottando le risorse giuste, con analisi adeguate fatte di idee chiare, le forze della pace sono in grado di risolvere anche i problemi più intrattabili e delicati. Dalle malattie alla fame fino a quelli della guerra e della violenza.
«Non è vero che l'uomo è cattivo, che ci aspetta un futuro di conflitti – ha concluso Arlacchi –. Una crisi internazionale bisogna considerarla come qualcosa da superare senza farsi influenzare dalle drammatizzazioni di chi vuole soprattutto vendere armi, che creano minacce e nemici che non esistono. Le vere minacce da affrontare sono le crisi economico-finanziarie che stanno facendo soffrire milioni di persone in tutto il mondo e giovani che non trovano lavoro e non hanno motivo di avere fiducia nel futuro».
A fare gli onori di casa il presidente Massimiliano Ferrara che ha definito Pino Arlacchi una persona che ha speso la sua vita per garantire la sicurezza internazionale e la tutela della giustizia, ottenendo grandi risultati non solo accademici e istituzionali ma anche in termini di lotta alla criminalità.
Un vero esempio per le giovani generazioni.

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 197 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info