Home ¬Ľ Eventi ¬Ľ

Il 2 giugno a Cetraro la X edizione del Premio internazionale Losardo

E-mail Stampa PDF

Pino Arlacchi sarà a Cetraro per l'iniziativa culturale dedicata a Giovanni Losardo.

La Gazzetta del Sud, 10 mag. 2012

dj Tiziana Ruffo
«Da più di trent'anni non cessiamo di onorare la memoria di Giovanni Losardo, diventato un simbolo della lotta alla violenza e alla malversazione pubblica, molto tempo prima delle stragi di Capaci e via D'Amelio».
Inizia così la prefazione del sociologo Pino Arlacchi alla tesi di laurea di Annalisa Ramundo, che il Laboratorio Losardo presenterà nell'ambito della X edizione del premio internazionale Giovanni Losardo, il 2 giugno, al teatro comunale di Cetraro.
«Uomo di stato e di cultura, Giovanni era un nemico naturale dell'illegalità. Militante di una sinistra che in Calabria e nel paese si batteva per una società più libera e giusta, amministratore di un comune, Cetraro, al tempo campo di battaglia tra una delinquenza organizzata in piena crescita e un contesto istituzionale e sociale ancora esitante nella sua opposizione ad essa, Giovanni non ebbe alcun tentennamento nella scelta di campo».

La sua fine, come precisa Arlacchi, fu dettata dalla ferocia mafiosa. Un ruolo, però, fu giocato anche «dalle reticenze, complicità ed omissioni degli apparati pubblici cui Losardo stesso apparteneva».
Alla memoria di Losardo il comune di Cetraro ha dedicato nel corso degli anni, una serie di tributi.
Tra le iniziative culturali più qualificanti Arlacchi segnala il premio Losardo, un evento culturale di prima grandezza, la cui rilevanza cresce di anno in anno, rafforzando il suo profilo di appuntamento in cui le forze della legalità e della cultura ritrovano le ragioni della loro duratura alleanza. «Grande merito - secondo il noto sociologo - va riconosciuto al Laboratorio sperimentale Losardo, guidato da un intellettuale di eccezionale levatura come il prof. Gaetano Bencivinni, che da quasi un decennio organizza fatti di cultura indirizzati soprattutto ai giovani, e che ha recentemente allargato i suoi orizzonti verso la dimensione internazionale istituendo un apposito premio, patrocinato dal Parlamento Europeo».
Molta strada e' stata percorsa da quel tragico 21 giugno 1980, quando Giovanni Losardo venne assassinato.
Il fatto stesso che le nuove generazioni continuino ad occuparsi di questo delitto impunito conferma la bontà del prezioso lavoro svolto dall'ampio movimento democratico che ha saputo dire "no" al dominio mafioso, all'illegalità, ad ogni forma di violenza.
La tesi sul "Caso Losardo" è impreziosita da una robusta introduzione di Raffaele Losardo, il quale, riprendendo un pensiero di Peppino Impastato, sviluppa il fecondo rapporto tra la bellezza e l'etica. «La bellezza - avvertiva l'eroe dei cento passi - è importante più della lotta politica, più di mille manifestazioni, più della lotta di classe.
In altri termini, come chiosa Raffaele, "la bellezza implica la perfetta fusione di etica ed estetica». Non a caso il Laboratorio, di cui Raffaele è presidente onorario, ha tra i suoi obiettivi quello di trasmettere alle nuove generazioni il gusto per la bellezza della legalità.

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 119 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info