Decreto Commissariale n. 156/2012 e presunta violazione della normativa comunitaria in materia di tutela della salute

E-mail Stampa PDF

26 giugno 2013

Considerato che la Regione Campania, mediante decreto n. 156 del 31 dicembre 2012, pubblicato sul Bollettino ufficiale regionale n. 19 dell’8 aprile 2013, subordina la possibilità per i cittadini campani di accedere a determinate prestazioni sanitarie presso strutture o professionisti operanti in regioni confinanti con la Campania, alla previa acquisizione di un’autorizzazione dell’Azienda sanitaria locale di appartenenza;

Considerato che la citata disposizione appare in palese contrasto con l’art. 32 della Costituzione della Repubblica italiana, che riconosce la tutela della salute quale fondamentale diritto dell'individuo in oggetto, e con il principio di libertà di scelta riconosciuto come meritevole di tutela da parte della Corte costituzionale italiana con le sentenze nn. 416/1995 e 126/1994;

Considerati i cogenti principi comunitari, in materia di tutela della salute sanciti, dall’art. 35 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea a mente del quale: «ogni individuo ha il diritto di accedere alla prevenzione sanitaria e di ottenere cure mediche alle condizioni stabilite dalle legislazioni e prassi nazionali. Nella definizione e nell'attuazione di tutte le politiche ed attività dell'Unione è garantito un livello elevato di protezione della salute umana», dall’art. 152 del Trattato istitutivo della Ce secondo cui: «nella definizione e nell'attuazione di tutte le politiche ed attività della Comunità è garantito un livello elevato di protezione della salute umana», nonché dalla direttiva comunitaria n. 24 del 2011, la quale contempla norme volte ad agevolare l'accesso a un'assistenza sanitaria transfrontaliera sicura e di qualità, promuovendo al contempo la cooperazione tra gli Stati membri in materia;

Considerata l'importanza da sempre attribuita dal legislatore comunitario al tema della protezione della salute come peraltro si evince dall’art. 35 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, e come rimarcato dall’art. 152 del trattato istitutivo Ce, ove è previsto che nella definizione e nell’attuazione di tutte le politiche ed attività della comunità è garantito un livello elevato di protezione della salute umana;

Considerato che una simile misura protezionistica può creare un pericolosissimo precedente normativo al quale altre Regioni o Paesi potrebbero far riferimento in futuro in contrasto con l’articolo 114 TFUE il cui scopo é di migliorare il funzionamento del mercato interno e la libera circolazione di merci, persone e servizi

Non ritiene la Commissione che le restrizioni in materia di accesso alle prestazioni sanitarie di cui al decreto commissariale n. 156/2012 siano in palese contrasto tanto con la normativa nazionale quanto con quella comunitaria in tema di tutela della salute?

Non reputa la Commissione che siano necessarie misure volte a ripristinare lo «status quo» alterato dal decreto.

E-007562-13

Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Aldo Patriciello (PPE) , Clemente Mastella (PPE) , Gino Trematerra (PPE) , Paolo Bartolozzi (PPE) , Cristiana Muscardini (ECR) , Licia Ronzulli (PPE) , Barbara Matera (PPE) , Antonello Antinoro (PPE) , Pino Arlacchi (S&D) , Salvatore Iacolino (PPE) , Vito Bonsignore (PPE) , Elisabetta Gardini (PPE) , Andrea Zanoni (ALDE) , Amalia Sartori (PPE) , Susy De Martini (ECR) , Fabrizio Bertot (PPE) , Potito Salatto (PPE) , Roberta Angelilli (PPE) , Franco Bonanini (NI) , Alfredo Antoniozzi (PPE) , Giovanni La Via (PPE) , Magdi Cristiano Allam (EFD) , Gianni Pittella (S&D) , Andrea Cozzolino (S&D) , Tiziano Motti (PPE) , Lara Comi (PPE) , Alfredo Pallone (PPE)

Risposta

[source:www.europarl.europa.eu]

 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 1123 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info