Riduzione del personale TNT Express in Italia

E-mail Stampa PDF

10 luglio 2013

TNT Express Italy è parte di TNT Express N.V., multinazionale olandese che opera nel settore dei servizi di trasporto espresso, fornendo a livello globale soluzioni di consegna. L'azienda dispone di un network nazionale con 117 filiali dislocate in molte regioni, 14 hub, 5 servizi clienti e oltre 1 200 TNT point, e garantisce occupazione a circa 3000 dipendenti.

Lo scorso 10 giugno TNT Express ha annunciato un piano di riorganizzazione aziendale per fare fronte al perdurare della crisi economica. Il predetto piano prevede di far confluire le attività operative delle filiali più piccole in strutture di dimensioni maggiori, comportando, così, 854 esuberi e la chiusura di 24 filiali tra il 2013 e il 2014. Lo scorso 28 giugno e 2 luglio lavoratori e sindacati hanno organizzato due giorni di scioperi di protesta.

Tenuto conto che il programma di mobilità per 854 dipendenti sarà avviato già il prossimo 24 agosto, al termine della citata procedura di riorganizzazione, e che per i lavoratori non è previsto alcun sistema di ammortizzatori sociali, può la Commissione precisare quanto segue:
— Tali licenziamenti possono essere ricompresi fra quelli previsti per ricevere finanziamenti, nel quadro del Fondo europeo per la globalizzazione (FEG) e del Fondo sociale europeo (FSE), per il reimpiego e la riqualificazione dei lavoratori?
— L'utilizzo dei predetti fondi potrà essere realizzato attraverso un coordinamento su base nazionale o regionale?
— Esistono altri strumenti finanziari o misure di cui i lavoratori e/o l'azienda potrebbero beneficiare al fine di contenere l'impatto che la predetta ristrutturazione in atto avrà sul numero complessivo dei lavoratori occupati?

E-008295-13

Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Salvatore Iacolino (PPE) , Magdi Cristiano Allam (EFD) , Alfredo Antoniozzi (PPE) , Pino Arlacchi (S&D) , Paolo Bartolozzi (PPE), Fabrizio Bertot (PPE) , Mara Bizzotto (EFD) , Lara Comi (PPE) , Carlo Fidanza (PPE) , Franco Frigo (S&D) , Giuseppe Gargani (PPE), Vincenzo Iovine (S&D), Clemente Mastella (PPE) , Erminia Mazzoni (PPE) , Guido Milana (S&D) , Claudio Morganti (EFD), Cristiana Muscardini (ECR), Alfredo Pallone (PPE), Niccolò Rinaldi (ALDE), Giancarlo Scottà (EFD), Giommaria Uggias (ALDE), Salvatore Tatarella (PPE), Antonio Cancian (PPE), Tiziano Motti (PPE), Roberta Angelilli (PPE), Barbara Matera (PPE), Elisabetta Gardini (PPE)

Risposta

[source:www.europarl.europa.eu]

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 572 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info