Programma di protezione dei testimoni EULEX

E-mail Stampa PDF

31 ottobre 2011

Nella propria risposta all’interrogazione E-004539/2011 del 10 maggio 2011 (presentata da Pino Arlacchi) sulla tutela dei testimoni e dei giudici in Kosovo, l’Alto rappresentante/vicepresidente ha dichiarato: «EULEX ha costituito un'unità per la sicurezza dei testimoni altamente qualificata, in grado di offrire protezione ad hoc, trasferendoli eventualmente in altri paesi. L’esperienza ha dimostrato che la missione è in grado di trattare casi problematici e di alto livello che comportino tale tipo di protezione».

Agim Zogaj, testimone chiave nel processo per crimini di guerra nei confronti di Fatmir Limaj, un ex comandante dell’esercito di liberazione del Kosovo (ora tra i più influenti uomini politici del paese), è stato trovato morto la scorsa settimana nella città tedesca di Duisburg.

Fatmir Limaj è agli arresti domiciliari dallo scorso settembre, in attesa di essere processato per aver ucciso e torturato prigionieri serbi e albanesi durante la guerra in Kosovo. Agim Zogaj era stato inserito nel programma di protezione dei testimoni nell’ambito della missione dell’Unione europea sullo Stato di diritto in Kosovo (EULEX).

L’incapacità di EULEX di tutelare Agim Zogaj è un’incredibile dimostrazione di insuccesso che ha fatto sorgere notevoli dubbi sugli sforzi internazionali per istituire uno Stato di diritto nella regione.

La morte non è stata commentata da EULEX ma è stato emesso solo un breve comunicato nel quale si afferma che la tutela e la sicurezza dei testimoni sono questioni estremamente sensibili e che non saranno confermati o smentiti eventuali dettagli operativi.

1. Concorda l’Alto rappresentante/vicepresidente sul fatto che il caso di Agim Zogaj ha ridotto sensibilmente la fiducia, già scarsa, nell’efficacia globale di EULEX e del programma di protezione dei testimoni?

2. Può l’Alto rappresentante/vicepresidente fornire maggiori dettagli sul caso di Agim Zogaj?

3. Può l’Alto rappresentante/vicepresidente esporre l’attuale grado di attuazione del programma di protezione dei testimoni nell’ambito della polizia del Kosovo?

E-010256/2011

Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Pino Arlacchi (S&D) , Guido Milana (S&D) , Vincent Peillon (S&D) , Victor BoÅŸtinaru (S&D) , Evgeni Kirilov (S&D) , Fiorello Provera (EFD) e Mario Mauro (PPE)

Risposta

[source:www.europarl.europa.eu]

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 302 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info