Proposta di accordo di cooperazione internazionale con i Paesi dell'emisfero australe per lo scambio di mezzi antincendio

E-mail Stampa PDF

25 gennaio 2013

Nei giorni scorsi l'Australia è stata attraversata da un'ondata di incendi boschivi che hanno interessato prevalentemente la parte più popolosa del Paese, cioè gli Stati del New South Wales e Victoria, oltre che la Tasmania. Alimentati dalle temperature record e dai forti venti, i roghi hanno incenerito oltre 350.000 ettari di foreste, colture e pascoli, minacciando l'incolumità della popolazione civile.

Il fenomeno degli incendi boschivi interessa da vicino anche l"Europa, in particolare l'area mediterranea, dove secondo i dati EFFIS (Sistema di informazione europeo per gli incendi boschivi) i roghi negli ultimi 30 anni sono stati 1.494.219, per un totale di quasi 15 milioni di ettari di terra andati in fumo. La dimensione transfrontaliera degli incendi boschivi ha indotto le autorità degli Stati membri a porre in essere interventi coordinati e multilaterali nell'ambito del Meccanismo europeo di protezione civile, strumento dell'Unione europea predisposto per rispondere alle emergenze che si verificano in territorio europeo e extraeuropeo (oltre ai 27 Stati membri, ne fanno parte anche Norvegia, Islanda, Lietchtenstein, Croazia e Macedonia), attraverso la condivisione delle risorse di tutti gli Stati membri.

Considerato che il proliferare di incendi boschivi si concentra nei mesi estivi e che l'avvento della stagione estiva nell'emisfero australe coincide con l'inizio dell'inverno nell'emisfero boreale e viceversa; che gli Stati membri dell'UE dispongono di una consistente flotta aerea, soprattutto Canadair, che durante l'inverno rimane pressoché inutilizzata e che tali velivoli antincendio, secondo gli addetti ai lavori, sarebbero in grado di viaggiare da un emisfero ad un altro nel giro di pochi giorni;

può la Commissione far sapere:

1. se ritiene utile promuovere un accordo di cooperazione internazionale con i Paesi dell'emisfero australe interessati dal fenomeno degli incendi boschivi che preveda la fornitura reciproca di mezzi antincendio quali i Canadair, nonché lo scambio di personale qualificato e di competenze specializzate nel campo dello spegnimento degli incendi;
2. se tale accordo di mutua cooperazione possa configurarsi come un'estensione extraterritoriale del Meccanismo europeo di protezione civile, così da poter beneficiare delle procedure di coordinamento adottate sulla base di tale strumento?

E-000755-13

Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Giommaria Uggias (ALDE) , Andrea Zanoni (ALDE) , Lara Comi (PPE) , Antonio Cancian (PPE) , Ramon Tremosa i Balcells (ALDE) , Pino Arlacchi (S&D) , Roberta Angelilli (PPE) , Ivo Vajgl (ALDE) , Marian Harkin (ALDE)

Risposta

[source:www.europarl.europa.eu]

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: "La proposta Tsipras sul taglio del debito non è irrealistica"

Roma, 5 gen. 2015 La proposta Tsipras sul taglio del debito greco non è irrealistica né populistica: è invece l'unica di...

Articoli | 06 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 187 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info