Haiti. No occupazione militare USA

E-mail Stampa PDF

ARLACCHI: FRATTINI HA TORTO, NO OCCUPAZIONE MILITARE USA.

(ANSA) - Catanzaro, 25 gen.2010- "Bertolaso ha ragione e Frattini torto sulla vergogna che sta accadendo ad Haiti. L'aiuto umanitario internazionale è semi-bloccato dalla occupazione militare americana coperta da alcuni pezzi dell'Onu". Lo afferma Pino Arlacchi, europarlamentare di Idv ed ex-vicesegretario generale dell'Onu.

 

"L'opinione pubblica internazionale e vari governi, tra cui quello francese - prosegue Arlacchi - hanno protestato per l' intervento non-umanitario messo in atto dagli Stati Uniti dopo il terremoto che ha colpito Haiti. Invece di inviare soccorritori, medici, cibo e medicine come fanno tutti, gli Usa hanno inviato 10mila soldati che si sono preoccupati solo di assumere il 'command and control', come lo chiamano loro, della situazione. Cominciando col bloccare l'aeroporto, destinandolo solo ai loro mezzi, e deviando gli aiuti del Programma Alimentare Mondiale, della Croce Rossa e di Medici senza Frontiere nella Repubblica Dominicana ed altrove".

"I militari Usa - sostiene ancora Arlacchi - sono per giunta arrivati a mani vuote, senza quasi nulla da distribuire nelle 72 ore cruciali di ogni post-terremoto. Si sono rifiutati di lanciare acqua e cibo dall' aria, ed hanno consentito la creazione di soli quattro centri di distribuzione degli aiuti nell'area urbana di Port-au-Prince,che ha 2 milioni di abitanti. Il loro unico interesse era la cosiddetta 'sicurezza' di quello che era solo un quasi-cimitero".

"Il governo americano - conclude l'europarlamentare - non ha imparato nulla dalla tragedia del ciclone Katrina. Questa ottusa militarizzazione ha significato la condanna a morte di centinaia di sepolti vivi che potevano essere salvati da un intervento magari disordinato ma tempestivo. Ma i sepolti vivi di Haiti avevano, evidentemente, il colore della pelle sbagliato".(ANSA).

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 492 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info