Afghanistan: Arlacchi, "No a soldati Ue per risorse minerarie"

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Bruxelles, 21 giu. 2010

La presenza militare europea in Afghanistan va slegata dalla presenza nel sottosuolo del Paese asiatico di importanti riserve minerarie. A chiedere al Parlamento europeo un'indicazione esplicita in questa direzione e' Pino Arlacchi, relatore per l'assemblea di Strasburgo sulla nuova strategia per l'Afghanistan. "L'Unione Europea deve chiarire che la presenza delle truppe di alcuni suoi paesi membri in Afghanistan non ha nulla a che vedere con le risorse naturali del paese", ha spiegato l'eurodeputato dell'IDV, "aggiungero' un paragrafo al mio rapporto, e chiedero' al Parlamento europeo di dichiarare il suo disinteresse verso lo sfruttamento imperialista delle risorse del sottosuolo afgano".

 

 

La scoperta di una riserva di metalli rari e', per Arlacchi, una "non notizia", riciclata dal Pentagono con l'obiettivo di "aggiungere una ulteriore motivazione alla permanenza a tempo indefinito delle truppe NATO e ISAF in quel paese.
Man mano che viene meno la credibilita' delle motivazioni di 9 anni addietro, occorre aggiungerne delle altre, e l'effetto e' quello di screditare sempre piu' l'intera operazione". "Che gli americani stiano pianificando qualcosa di analogo l'ho dedotto durante la mia recente missione a Herat", conclude Arlacchi, "dove ho appreso della prossima apertura in loco di un consolato USA con oltre cento addetti. Poiche' nella regione ci sono il petrolio e altre risorse, ecco spiegata la decisione apparentemente illogica di rafforzare la presenza USA in una zona relativamente sicura, e sotto controllo italiano".
 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: "La proposta Tsipras sul taglio del debito non è irrealistica"

Roma, 5 gen. 2015 La proposta Tsipras sul taglio del debito greco non è irrealistica né populistica: è invece l'unica di...

Articoli | 06 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 303 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info