Arlacchi: "la criminalità organizzata globale è "tre volte" piu' pericolosa del terrorismo internazionale

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Roma, 11 set. 2010

La criminalita' organizzata globale è '"tre volte" più pericolosa del terrorismo internazionale. La riflessione, controcorrente sul piano mediatico e nel giorno dell'anniversario dell'attacco alle Torri Gemelle, arriva da Pino Arlacchi, europarlamentare, esperto di sicurezza e relatore a Strasburgo del Rapporti sulla strategia europea per l'Afghanistan.

La sua riflessione parte dall'ultimo allarme con cui Roberto Maroni ha esortato a tenere alta la guardia contro "nuove azioni terroristiche".

Quello del ministro dell'Interno, afferma, "è una di quelle frasi ormai logore che abbiamo udito a partire dall'11 settembre in poi". Al netto degli allarmi, aggiunge, "sul tema terrorismo siamo in piena deflazione di interesse, ed esagerazione e isteria sono completamente scomparsi anche negli Stati Uniti, dove la cerimonia per l'11 settembre è sempre più sottotono". Il ragionamento che Arlacchi propone è quello ribadito nel libro che scrisse due anni fa per il Saggiatore, "L'inganno e
la paura". E per rendere più concreto il suo ragionamento fa riferimento
alle vittime e al numero di attentati negli ultimi dieci anni: "C'è un trend di diminuzione che non si è mai fermato, in tutto si tratta di 200 attentati l'anno e di altrettante vittime, se naturalmente si escludono i Paesi in guerra". Il problema, spiega con lo sguardo rivolto all'oscuro pastore protestante americano che ha tenuto il mondo con il fiato sospeso, è tutto mediatico. "Il partito della paura, forte politicamente ed economicamente negli Stati Uniti ma meno in Europa, punta da tempo sull'enfasi e l'esagerazione. La misura radicale contro il terrorismo, in realtà, è a costo zero: dare agli attentati lo spazio mediatico proporzionale al numero di vittime causate". Numeri ben diversi, sono quelli che riguardano la criminalità organizzata globale. "Al Qaeda ha un potere economico ridotto, i boss della droga, invece, muovono miliardi di dollari e, se vogliamo dare uno sguardo al numero di vittime, basta volgere l'attezione verso il Messico di oggi".
 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: "La proposta Tsipras sul taglio del debito non è irrealistica"

Roma, 5 gen. 2015 La proposta Tsipras sul taglio del debito greco non è irrealistica né populistica: è invece l'unica di...

Articoli | 06 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 265 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info