Arlacchi sulla ìndrangheta in Australia

E-mail Stampa PDF

  THE SYDNEY MORNING HERALD

Granting visa bad politics: expert says

Jo McKenna in Rome, 9 mar. 2009

 A TOP former United Nations organised crime fighter says the granting of a visa to an alleged mafia crime figure by the former immigration minister Amanda Vanstone was "bad politics" that had damaged Australia's reputation.

 Pino Arlacchi, a former UN under-secretary for drug control, said it was inexcusable for Ms Vanstone - now Australia's ambassador to Italy - to have stopped the deportation of Francesco Madafferi in 2005.

"It can only be explained as bad politics and low ethical standards," Mr Arlacchi said. "You just have to push a button to access international archives. These are known [alleged] criminals; criminal activities [have been investigated] for decades."

The circumstances behind the decision to grant Mr Madafferi a visa are being investigated by federal police. The Liberal Party is alleged to have received $100,000 in donations from mafia-linked businessmen in return for help from several Liberal MPs in getting a deportation order revoked.

Ms Vanstone, who strongly denies any link between donations and her decision to allow Mr Madafferi to remain despite a string of convictions in Italy, has said she granted the visa on humanitarian grounds that took into account his mental state and the impact of his detention on his family.

"Any inference made vis-a-vis any donation being related in any way to seeking influence is to me highly offensive, scurrilous and defamatory," she said.

Mr Madafferi was arrested last year in connection with the world's biggest ecstasy bust by Australian police. He is soon to face drug trafficking charges.

Mr Arlacchi said the Madafferi affair had damaged Australia's ethical standards and cast doubt on its immigration procedures.

He said the handling of Mr Madafferi's visa could encourage other mafia figures to try to gain entry to Australia.

"If the same criteria is applied as it was to Madafferi, it means that anyone can arrive from Italy with a criminal record with impunity," he said. "I hope the Australian public and the government will wake up and seriously scrutinise people with criminal records who come there . . . You cannot fight organised crime if you allow them to move from country to country so easily."

 

 

 

 

 

 

       

 

//  

 

 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 216 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info