Afghanistan, aumentano le vittime civili Emergency: «Il 2013 anno peggiore dal 2001»

E-mail Stampa PDF

www.corriere.it, 12 feb. 2014

di Marta Serafini

Le vittime civili in Afghanistan sono cresciute del 14% nel 2013 rispetto all’anno precedente. Lo rivela un rapporto diffuso a Kabul dalla Missione delle Nazioni Unite di assistenza al Paese asiatico (Unama). Nel documento si denuncia che il conflitto afghano in cui si confrontano le forze governative con i gruppi oppositori armati ha causato 2.959 morti (+ 7% sul 2012) e 5.656 feriti (+17%) nella popolazione civile.

 

PALLOTTOLE E MINE - A confermare che il 2013 è stato l’anno peggiore per la popolazione afghana dall’inizio della guerra, 13 anni fa , è anche Emergency. I Centri chirurgici della Ong fondata da Gino Strada di Kabul e Lashkar-gah, capoluogo della regione di Helmand, hanno ammesso 4.317 pazienti feriti per cause di guerra (circa 12 feriti di guerra al giorno per 365 giorni all’anno), il 38% in più del 2012 e il 60% in più rispetto al 2011. Di essi, 2.183 erano stati feriti da una pallottola, 1.037 da una scheggia e 613 erano stati feriti da una mina. Donne e bambini rappresentano come sempre più di un terzo dei feriti: nel 2013 sono stati ricoverati 784 bambini e 668 donne. Emergency è in Afghanistan dal 1999. Ha un ospedale e un Centro di maternità ad Anabah, nella valle del Panshir, due Centri chirurgici per vittime di guerra a Kabul e Anabah, una rete di 34 Posti di primo soccorso e Centri sanitari e un programma di assistenza ai detenuti nella carceri di Kabul. Dal 1999 in Afghanistan Emergency ha curato oltre 3 milioni di persone.

POLIOMIELITE - Nel frattempo è stato diagnosticato il primo caso di poliomielite dalla caduta dei Talebani nel 2001 . Il caso riguarda una bambina di tre anni e il ministero della Salute ha immediatamente predisposto una campagna di vaccinazione in tutta la città di Kabul. Nel resto del paese, come nel vicino Pakistan e nel nord della Nigeria, la polio e’ una malattia endemica e in tutti e tre i paesi gli estremisti islamici ostacolano le campagna di vaccinazione.

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 319 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info