Ristrutturazioni aziendali e futuro dei lavoratori della Videocon di Anagni

E-mail Stampa PDF

16 dic. 2009

Visti il titolo IX, articolo 145, e il titolo XI, articoli 162 e 166, del TCE; visti i principi generali sanciti nella Comunicazione della Commissione al Consiglio Europeo «Un piano europeo di ripresa economica» del 26 novembre 2008; vista la risoluzione del Parlamento europeo «Orientamenti per le politiche a favore dell'occupazione» dell'11 marzo 2009; tenuto conto che nel sito industriale di Anagni risiede lo stabilimento dell'ex società Videocolor, che occupa oggi 1 400 dipendenti;

tenuto conto che il 1o marzo 2005 la società Thomson ha ceduto le attività produttive del sito di Anagni alla multinazionale indiana Videocon, che ha impegnato fondi propri per facilitare la riconversione industriale e garantire i livelli occupazionali, e che la Regione Lazio ha sostenuto, per il tramite dell'Agenzia formativa della Provincia di Frosinone, interventi del Fondo Sociale Europeo a favore della formazione dei dipendenti della Videocon pari ad un ammontare di circa 700 mila euro; tenuto conto che, in data 7 ottobre 2009, la società Videocon, che aveva richiesto e ottenuto la cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) in deroga dal 7 maggio al 31 dicembre 2009 al fine di analizzare le manifestazioni di interesse per l'acquisizione dello stabilimento da parte di nuovi gruppi imprenditoriali nel frattempo giunte al Ministero dello Sviluppo Economico e all'azienda stessa, ha annunciato la volontà di voler sospendere tutte le attività e dismettere il sito produttivo di Anagni; tenuto conto che, a partire dal 21 dicembre 2009 e fino al 28 febbraio 2010, la totalità dei dipendenti dello stabilimento sarà assoggettata alla Cassa integrazione guadagni straordinaria in deroga e che — in assenza di soluzioni alternative — entro l'anno 2010 verranno avviate le procedure di licenziamento del quadro dipendente; intende la Commissione promuovere iniziative immediate per scongiurare la chiusura dello stabilimento di Anagni?

Intende inoltre adottare una strategia precisa per far fronte alle ripercussioni negative delle ristrutturazioni aziendali sull'occupazione, sulle condizioni di lavoro e sulla gestione del territorio?

 

INTERROGAZIONE SCRITTA di Francesco De Angelis (S&D) , Gianni Pittella (S&D) , Mario Mauro (PPE) , Debora Serracchiani (S&D) , David-Maria Sassoli (S&D) , Sergio Gaetano Cofferati (S&D) , Pier Antonio Panzeri (S&D) , Patrizia Toia (S&D) , Mario Pirillo (S&D) , Silvia Costa (S&D) , Roberto Gualtieri (S&D) , Rosario Crocetta (S&D) , Leonardo Domenici (S&D) , Clemente Mastella (PPE) , Marco Scurria (PPE) , Giommaria Uggias (ALDE) , Andrea Cozzolino (S&D) , Pino Arlacchi (ALDE) , Fiorello Provera (EFD) , Gianluca Susta (S&D) , Francesco Enrico Speroni (EFD) e Vincenzo Iovine (ALDE) alla Commissione

 

Risposta (e)

[source: www.europarl.europa.eu]

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: "La proposta Tsipras sul taglio del debito non è irrealistica"

Roma, 5 gen. 2015 La proposta Tsipras sul taglio del debito greco non è irrealistica né populistica: è invece l'unica di...

Articoli | 06 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 216 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info