Maryam Bahreman's detention in Iran

E-mail Stampa PDF

20 June 2011

According to the information received from several NGOs, the women’s rights activist Maryam Bahreman was arrested on 11 May 2011 in Shiraz. Security force officers from the Intelligence Ministry went to her house with a detention order. They reportedly arrested her on the charge of ‘action against national security’.
Maryam Bahreman is a social activist and a member of ‘One million signatures’.

She has been active in promoting women’s rights for several years. Her lawyer disclosed that she has been subjected to an interrogation relating to her human rights activities and in particular to her recent attendance at the 55th session of the UN Commission on the Status of Women conference in New York in March of this year. The judicial procedure against her will start only after the interrogation has finished. She is at serious risk: torture or other ill-treatment of detainees in Iran is common, and is often used to force them to make ‘confessions', often televised, which can be used as evidence against them in court, in violation of the prohibition of torture and Article 14 of the International Covenant on Civil and Political Rights (ICCPR), to which Iran is a state party.
1. Is the Commission aware of the Bahreman case? What steps does the Commission intend to adopt in response to these serious violations of freedom of expression and association?
2. What preventive measures will the Commission take to protect the health of Maryam Bahreman and all human rights activists in Iran also in the light of the Declaration on Human Rights Defenders adopted on December 9, 1998 by the United Nations General Assembly?

E-006356/2011

Question for written answer
to the Commission
Rule 117
Pino Arlacchi (S&D), María Muñiz De Urquiza (S&D), Róża Gräfin von Thun und Hohenstein (PPE), Gabriele Albertini (PPE), Fiorello Provera (EFD), Potito Salatto (PPE), Joanna Senyszyn (S&D), Britta Thomsen (S&D), Jaroslav Paška (EFD), Anne Delvaux (PPE), Norica Nicolai (ALDE), Charles Tannock (ECR), Marita Ulvskog (S&D), Marietta Giannakou (PPE), Giommaria Uggias (ALDE), Monica Luisa Macovei (PPE), Nicole Sinclaire (NI), Zuzana Roithová (PPE), Alexandra Thein (ALDE), Raül Romeva i Rueda (Verts/ALE), Baroness Sarah Ludford (ALDE), Boris Zala (S&D), Vincent Peillon (S&D), Sari Essayah (PPE), Mariya Nedelcheva (PPE), Frieda Brepoels (Verts/ALE), Franziska Keller (Verts/ALE), Harlem Désir (S&D), Ivo Vajgl (ALDE), Robert Rochefort (ALDE), Keith Taylor (Verts/ALE), Paul Murphy (GUE/NGL), Ulrike Lunacek (Verts/ALE)

Answer

[source:www.europarl.europa.eu]
 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 358 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info