Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

E-mail Stampa PDF

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini. 

Roma, 21 gen. 2015

di Pino Arlacchi

Non sarà la fine del mondo né dell’ Unione europea se Syriza vince le elezioni di domani. La sua vittoria, al contrario, ci sarà di grande aiuto. Perché metterà fine una volta per tutte alla politica suicida dell’ austerità e faciliterà quella svolta a sinistra del progetto europeo che è la sua unica via di salvezza.
Syriza non è un partito antieuropeo né antieuro. La sua forza è proprio quella di essere europeista nel senso più genuino, che è quello di considerare il progetto europeo come un mezzo e non un fine. Come uno strumento di emancipazione dei suoi cittadini e non come un feticcio. Un progetto che non può essere riformato anche quando il suo distacco dai cittadini è divenuto enorme, e per i più deboli anche pericoloso, come appunto nel caso della Grecia.

I cittadini dell’ Europa non sanno cosa farsene di una associazione tra stati, l’ Unione europea, che ha un bilancio di 130 miliardi euro e non sa dare una risposta seria a un problema perfettamente risolvibile come quello della disoccupazione giovanile. Una Unione che non ha una vera politica estera, e segue come una pecorella gli americani sul Medioriente, la Russia, l’ Iran, la NATO, l’ ONU, i Balcani. Cioè tutte le priorità che dovrebbero essere sue. E la cui stella polare dovrebbe essere l’ interesse dei suoi 28 membri, e non quello degli Stati Uniti che spesso diverge dal nostro. Interesse europeo che in certi casi, come quello della crisi ucraina e dei rapporti con la Russia, viene calpestato in modo oltraggioso.
Syriza critica una Unione che ha creato una moneta comune, evvero, ma non sa creare il retroterra istituzionale e la cooperazione di cui l’ euro ha bisogno. Syriza vuole la Grecia dentro l’ Unione e dentro l’ euro. Ma non a costo di proseguire la distruzione del paese. Tsipras sa bene che i governi greci precedenti hanno prima imbrogliato sui conti ed usato le risorse europee per foraggiare le loro clientele, e poi hanno subito la crudele punizione di Bruxelles scaricandone il peso sui cittadini più indifesi.
Tsipras ha una proposta di uscita dalla crisi che prima di essere di sinistra è semplicemente ragionevole. Vuole rinegoziare e ridurre il peso di un debito che si è formato non solo per l’ irresponsabilità dei debitori ma anche per l’ avidità e la sconsideratezza dei creditori. Un debito, tralatro, che tutti sanno che non potrà mai essere ripagato.
Syriza chiede che la Grecia venga trattato come uno stato sovrano. Vuole che il suo paese cessi di essere vittima del bullismo della Troika, un ente che non è stato eletto da nessuno e che pretende di governare una repubblica democratica di 10 milioni di persone con diktat, email ed umilianti intromissioni nella sua vita interna.
Il successo di Syriza aiuterà anche noi italiani a creare un’ Europa più democratica e più vicina al cuore dei suoi cittadini.

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 299 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info