Pd, un ulteriore rinvio sarebbe disastro

E-mail Stampa PDF

Il Quotidiano della Calabria, 5 giu. 2012

di Pino Arlacchi

1. Sono tornato ad occuparmi della mia regione dopo il rientro nel Partito Democratico e dopo un paio di decenni di assenza. Niente di strano. Non c'entra il ritorno alle origini. Al contrario, ciò che mi attrae è il senso di una nuova sfida. Era Madame de Staël, d'altra parte, che diceva che nella vita ci sono solo inizi.

2. Bene. Anzi, male. Perché questo nuovo inizio si scontra con ostacoli che non avevo previsto. Conoscevo la litania dei mali della regione. Ma non ero preparato a misurarmi con l'estensione a tutto campo del degrado. Non mi aspettavo una demoralizzazione così acuta della sinistra calabrese. Una sfiducia così profonda nelle proprie possibilità. Sono un avanzo di '68 e di vecchia sinistra. Ho sempre pensato, e continuo a pensare, che la leva principale per cambiare la Calabria è la forza di derivazione socialista e comunista, alleata con il meglio della tradizione cattolica. Trovare un partito così sfiduciato mi ha molto addolorato. E non mi ha consolato l'idea che è tutta la regione ad essersi curvata sotto il cielo basso del cinismo e della meschinità politica. Noi, popolo della sinistra calabrese, siamo sempre stati la punta più utopica, irriducibile e "altra" del movimento progressista dell'intero Paese. Non voglio farla lunga, ma è dal Risorgimento in poi che è così.
3. Ma chi crede nel progresso sa che il momento più buio della notte può anche essere quello che precede il mattino. Nonostante i decenni perduti che gli stanno dietro, il Partito democratico della Calabria ha comunque dentro di sé la forza di svoltare, di ritrovare il filo interrotto della storia lunga e fiera da cui proviene. E il congresso del 24 giugno è la sua grande occasione.
4. Dopo due anni di anarchia e di conflitti e di umiliante commissariamento, si intravede una via di uscita. Si è svolta una discussione interna dai toni vivaci ma sempre contenuta entro i binari della dialettica democratica. Sono emerse candidature rispettabili, di persone perbene, alla leadership del partito regionale. Iscritti, militanti e cittadini calabresi attendono solo il vaglio delle elezioni primarie per conoscere il nome del prossimo segretario. Non c'è stata alcuna rissa n'è scontro sopra le righe. Solo quel normale, benefico confronto di idee, posizioni e identità che sono il sale stesso della democrazia.
5. Sarebbe ben strano, e invero disastroso per il PD e per la politica calabrese, se qualcuno trovasse un pretesto per ritardare ulteriormente l'elezione del 24 giugno. Si tratterebbe di uno schiaffo alla dignità di un partito che si è già fatto abbastanza male da solo e che tenta di uscire dall'epoca delle sconfitte e della subalternità. E se tale rinvio delle primarie fosse suggerito da qualche circoletto romano e fosse accettato dai candidati, si tratterebbe di un atto di prepotenza centralista da un lato e di servilismo neocoloniale dall'altro. Che violerebbe platealmente il primo articolo dello Statuto del PD, che ne sancisce la natura federale. E che ricaccerebbe il PD regionale dentro il guscio delle sue peggiori tradizioni.

 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 396 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info