Fondi Europei negati la rivolta delle imprese

E-mail Stampa PDF

Summit a Scafati con Arlacchi - In 159 annunciano una class action

Il Mattino, 16 dic. 2012

di Daniela Faiella

Avevano accettato di investire nell’innovazione tecnologica realizzando progetti di importi tra 50 mila euro e un milione, ma con la garanzia che avrebbero incassato gli incentivi previsti da un bando regionale indetto nel 2008 dalla Regione per l’accesso alle agevolazioni per gli aiuti alle imprese e sviluppo insediamenti produttivi, pari a 80 milioni e finanziati in parte dalla Ue e in parte dal Por Campania 2007-2013. Qualcosa, però, non è andato come doveva, tanto che, a tre anni di distanza, invece dei contributi previsti, 159 imprenditori si sono visti recapitare una comunicazione con la quale la Regione annuncia l’avvio di procedimenti amministrativi per la revoca degli incentivi erogati con decreto dirigenziale numero 674 del 13 luglio 2009. Ma la sorpresa più grande è emersa quando il legale di Carlo D’Ambrosio, proprietario della Ecomac di Scafati (tra le ditte in graduatoria), dopo l’ennesima risposta evasiva degli uffici regionali sulle motivazioni della revoca dei finanziamenti, ha interpellato direttamente la Ue tramite l’europarlamentare Pino Arlacchi che ha successivamente presentato un’interrogazione.

La risposta scritta del capo gabinetto della Commissione Ue Huberts Gams è stata chiara: Bruxelles ha revocato il bando della Regione perché considerato irregolare alla luce della legislazione comunitaria in materia di appalti pubblici. «Il bando – ha spiegato Arlacchi – era viziato in origine perché la Regione aveva affidato con trattativa diretta la gestione del bando alla società Mediocredito Centrale. Controlli in materia di audit effettuati nel 2010 e poi anche nel 2011 dalla Commissione Ue avevano stabilito che la procedura d’individuazione dell’organismo gestore posta in essere dalla Regione nell’aprile del 2008 era irregolare. Pertanto il bando, revocato, non avrebbe mai potuto e non potrà mai essere oggetto di cofinanziamenti del Fers».
Insomma, in base alle notizie giunte da Bruxelles, già nel 2011, se non nel 2010, i funzionari regionali erano stati informati della revoca del bando. Com’è possibile che nessuno abbia pensato di informare gli imprenditori che nel frattempo stavano realizzando a loro spese i progetti ammessi alle agevolazioni e che continuavano a sollecitare gli uffici regionali? Molti hanno già avviato azioni legali. Ieri si ritrovati nella sede della Ecomac, a Scafati, con Arlacchi. Accanto a lui, il titolare della Ecomac e l’avvocato Paolo Santacroce. «Per essere ammessi al bando – ha spiegato il legale – questi imprenditori hanno dovuto sottoscrivere un contratto di leasing finanziario con istituti di credito per l’acquisto dei macchinari e l’avvio dei progetti. Ora molti di loro rischiano il tracollo: chi li risarcirà?».
Attivare una class action e far fronte comune contro la Regione per mettere in campo un’azione di rivendicazione collettiva: questa la proposta avanzata nel corso della riunione di ieri dal titolare della Ecomac e condivisa dagli imprenditori intervenuti, una quarantina in tutto. «Chiederemo un incontro urgente al governatore Caldoro – ha spiegato Arlacchi – Non escludo che sia all’oscuro di questa vicenda paradossale, d’altro canto non avrebbe difficoltà a scaricare la responsabilità sull’amministrazione Bassolino che ha indetto il bando nel 2008. Sono i funzionari regionali i responsabili di questo pasticcio, ne risponderanno».
 

 
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

I luoghi comuni sui migranti

 La Repubblica, 31 agosto 2017 Lettera al Direttore CARO direttore, mi permetto di dissentire dalle critiche alla sinistra italiana avanzate martedì dal...

Articoli | 06 Set 2017

Nessuno vuole morire per Kiev. Ed è giusto.

Panorama, 23 feb. 2015 Nella crisi ucraina c'è chi cerca un nemico a tutti i costi, in un delirio antirusso. Ma...

Articoli | 19 Feb 2015

Non armare l'Ucraina

Roma, 9 feb. 2015 di Pino Arlacchi La crisi ucraina è iniziata un anno fa, ed è evidente che la Russia sta...

Articoli | 09 Feb 2015

Tsipras, Arlacchi: "Il mondo sta con lui. Ecco le ragioni politiche, etiche ed economiche"

Roma, 7 feb. 2015 di Pino Arlacchi Uno schieramento larghissimo, che va dai premi Nobel ai maggiori economisti, di destra e di...

Articoli | 08 Feb 2015

Il teatrino incivile dell'informazione italiana

Roma, 30 gen. 2015 di Pino Arlacchi La qualità dell'informazione italiana ha seguito la stessa traiettoria del declino del PIL. Con la...

Articoli | 31 Gen 2015

Draghi, Arlacchi: "Il bazooka dovrebbe finanziare piano di investimenti e non le banche"

Roma, 28 gen. 2015 di Pino Arlacchi Non credo che le misure appena adottate dalla BCE avranno gli stessi effetti del Quantitative...

Articoli | 28 Gen 2015

Grecia, Arlacchi: " Se Syriza vincerà le elezioni la sua vittoria sarà di grande aiuto"

Il successo di Syriza ci aiuterà a creare un'Europa più vicina al cuore dei suoi cittadini.  Roma, 21 gen. 2015 di...

Articoli | 25 Gen 2015

Terrorismo: qualche cifra scomoda

Dei 2.682 attentati avvenuti nell’Unione europea tra il 2006 e il 2013 solo 16 (lo 0,6 per cento) è di...

Articoli | 22 Gen 2015

Terrorismo e disinformazione: lutti selettivi

Il 95% delle vittime del terrorismo sono musulmani, ma noi piangiamo solo quelle di casa nostra. di Pino Arlacchi, 13...

Articoli | 13 Gen 2015

Arlacchi:"Non facciamo il gioco dei terroristi. Islam e Occidente non c'entrano nulla"

Roma, 8 gen 2015 di Pino Arlacchi In campo non ci solo i terroristi che dicono di uccidere in nome dell'Islam e...

Articoli | 08 Gen 2015

Newsletter


Chi è Online

 151 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info