Interviste


L'Europa Risponde - Agenzia Radiofonica Area

E-mail Stampa PDF

Rapporto Afghanistan: intervista a Pino Arlacchi

 

Afghanistan: Arlacchi, "La Russa faccia chiarezza sui programmi"

E-mail Stampa PDF

(ANSA) - ROMA, 14 ott-2010 - ''Non si capisce più cosa dichiara il ministro La Russa. Un giorno dice che cominceremo a ritirarci nel 2011 e termineremo nel 2014, il che equivale a dire stiamo li' altri 4 anni. Un altro giorno dichiara che dal 2011 la nostra presenza sara' in termini di un contributo solo alla formazione della polizia. E un altro giorno ancora dichiara che bisogna forse dotare di bombe i nostri aerei''. Cosi' Pino Arlacchi, eurodeputato Pd ed ex vicesegretario Onu contro la droga e il crimine, commenta a CNRmedia le dichiarazioni rilasciate negli ultimi giorni dal ministro della difesa Ignazio La Russa, dopo l'ennesimo attentato in Afghanistan costato la vita a 4 nostri soldati.

 

Leggi tutto...
 

Afghanistan, Arlacchi: "Quello che ha detto La Russa è surreale, cinico e demagogico"

E-mail Stampa PDF

Il Fattoquotidiano.it, 12 ottobre 2010

Cronaca,  di Lorenzo Galeazzi

Duro attacco dell'eurodeputato e relatore della "Nuova strategia in Afghanistan" al ministro della Difesa. Nel frattempo il Paese è sempre più fuori controllo
“Le bombe sono la causa non la soluzione del disastro in Afghanistan”. Non usa mezzi termini l’eurodeputato Pino Arlacchi, ex numero uno dell’agenzia Onu contro la droga e il crimine e relatore della “Nuova strategia in Afghanistan” che giovedì prossimo inizierà il suo iter al Parlamento europeo. Ad Arlacchi l’idea del ministro della Difesa Ignazio La Russa di dotare di bombe gli aerei italiani dispiegati nel Paese, non è piaciuta. “Quello che ha detto il ministro è surreale, cinico e demagogico”.

 

Leggi tutto...
 

Afghanistan: Arlacchi, bombe non risolvono nulla. Irrealistico ritiro 2011

E-mail Stampa PDF

Giovedì all'europarlamento presenta la Nuova Strategia dell'Ue

Bruxelles, 12 ott.  2010- (Adnkronos) - "Le bombe non risolvono nulla", l'impegno italiano in Afghanistan "deve restare quello stabilito dal Parlamento, di una missione di pace", la data dell'estate del 2011 per l'avvio del ritiro è ne' più nè meno che "irrealistica". A due giorni dalla presentazione al Parlamento europeo della Nuova strategia dell'Ue sull'Afghanistan di cui è relatore -presentazione che coincide con il vertice ministeriale della Nato a Bruxelles - l'europarlamente del Pd (ex Idv) Pino Arlacchi ne delinea i punti fondamentali e commenta le ultime prese di posizione in Italia. Come quella, emersa all'indomani dell'uccisione di quattro
alpini nella valla del Gulistan, di dotare di bombe i caccia, per assicurare una maggiore protezione delle truppe sul terreno.

 

Leggi tutto...
 

'Macché guerra, la povertà fa più morti. Per l'Afghanistan serve il metodo Lula'.

E-mail Stampa PDF

Affaritaliani.it

Intervista all'europarlamentare Pino Arlacchi
12.ott.2010

di Stefania La Malfa

L'attentato contro i soldati italiani in cui sono rimasti uccisi quattro alpini ha riportato sotto i riflettori la questione dell'intervento militare dell'Occidente nel paese. Ma come vivono gli afghani? Pino Arlacchi (Pd), presidente del Gruppo "Europarlamentari per l'Afghanistan", sceglie Affaritaliani.it per spiegare qual è la situazione umanitaria.

Nonostante la guerra costi 50 miliardi di dollari all'anno, tre volte il Pil dell'Afghanistan e nonostante gli aiuti umanitari ammontino a 7 miliardi di dollari all'anno, la metà del Pil afghano, siamo entrati nel decimo anno di guerra e il paese, che conta 30 milioni di abitanti, sta peggio di prima, denuncia Arlacchi.

L'europarlamentare è anche relatore del rapporto "Nuova strategia dell’Afghanistan", presentato lo scorso luglio e che sarà discusso a novembre. "Dal nostro punto di vista - spiega Arlacchi - l'Afghanistan è importante per due motivi, per la guerra al terrorismo e per la droga visto che il paese produce la quasi totalità dell'eroina che arriva in Europa occidentale e danneggia la salute di un milione e mezzo di eroinomani. Ma dal punto di vista afghano, né le le violenze dei gruppi terroristici né il crescente consumo di droga sono i problemi principali. Il problema principale è invece la povertà".

 

Leggi tutto...
 

Arlacchi: «Questa guerra non la vinceremo mai. Si arrivi al cessate il fuoco»

E-mail Stampa PDF

Il Messaggero, 11 ott. 2010

L'intervista

di Roberto Romagnoli

Bruxelles – Parlamento dell’Unione europea, nono piano. Visto da qui, dalla stanza di Pino Arlacchi, deputato europeo inserito nella Commissione Esteri, l’Afghanistan sembra una cavia nelle mani di chi avrebbe voluto liberarlo e invece è finito con l’usarlo come un esperimento di laboratorio. E questo atto di accusa è contenuto nel “Progetto di relazione su una nuova strategia per l’Afghanistan” che lo stesso Arlacchi ha presentato all’Assemblea parlamentare. A giorni il progetto sarà in discussione ed emendato; a novembre sarà posto ai voti.

Leggi tutto...
 

Arlacchi: "la criminalità organizzata globale è "tre volte" piu' pericolosa del terrorismo internazionale

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Roma, 11 set. 2010

La criminalita' organizzata globale è '"tre volte" più pericolosa del terrorismo internazionale. La riflessione, controcorrente sul piano mediatico e nel giorno dell'anniversario dell'attacco alle Torri Gemelle, arriva da Pino Arlacchi, europarlamentare, esperto di sicurezza e relatore a Strasburgo del Rapporti sulla strategia europea per l'Afghanistan.

La sua riflessione parte dall'ultimo allarme con cui Roberto Maroni ha esortato a tenere alta la guardia contro "nuove azioni terroristiche".

Leggi tutto...
 

L'eurodeputato Pino Arlacchi:" un mondo senza droghe è ancora possibile"

E-mail Stampa PDF

Ilfattoquotidiano.it, 4 lug. 2010

Società, di Lorenzo Galeazzi

Duro attacco dell'europarlamentare dell'Idv al sottosegretario Carlo Giovanardi, titolare della delega della lotta contro le tossicodipendenze Pino Arlacchi, eurodeputato dell’Italia dei Valori, è il promotore riconosciuto della  strategia internazionale della “war on drugs”. Dal 1997 al 2002 è stato a capo dell’UNDCP, l’Agenzia ONU contro la droga e il crimine. Durante il suo mandato, nel 1998, ha fatto approvare all’Assemblea generale delle Nazioni Unite una strategia decennale di riduzione della domanda di droghe e di eliminazione delle colture di oppio e coca in tutto il mondo, chiamata “Un mondo libero dalla droga”.

Leggi tutto...
 

Afghanistan: "Arlacchi, McChrystal ammette sconfitta Usa"

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Bruxelles, 23 giu. 2010

Lo scontro tra il generale Stanley McChystal e l'amministrazione Obama e' una sostanziale "ammissione" che la guerra in Afghanistan e' stata persa". Il capo delle truppe americane nel paese asiatico, spiega all'AGI Pino Arlacchi, relatore per il Parlamento Europeo sull'Afghanistan, sembra aver preso atto che "la strategia civile-militare, che contemplava la sconfitta dei talebani risparmiando vittime civili e la costruzione dello Stato da parte del governo afghano. I due obiettivi sono falliti; i talebani sono ancora li' e il governo afghano non ha soldi per investire".

Leggi tutto...
 

Fight against Afghan drugs needs new strategy-Italian Expert

E-mail Stampa PDF

Rome, June 7 (RIA Novosti) - International strategies to combat drug production in Afghanistan need complete revision, with Russia and the EU playing a decisive role, an Italian member of the European Parliament said.
Pino Arlacchi, a renowned expert on organized crime and drug trafficking, is to attend an international forum on combating Afghan drug trafficking in Moscow on Wednesday and Thursday.

Leggi tutto...
 


Pagina 12 di 16
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 216 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info