Home »
Missione Afghanistan

A novembre del 2009 sono stato incaricato dalla Commissione Affari esteri del Parlamento europeo di preparare il rapporto sulla nuova strategia dell'Unione Europea per l'Afghanistan.
Al ritorno dalla mia missione nel Paese (a marzo del 2010), ho denunciato la corruzione e gli sprechi che caratterizzano la gestione degli aiuti internazionali.
In questa sezione sono disponibili notizie, foto e filmati riguardanti la missione, e il Rapporto  "Una nuova strategia dell'Ue in Afghanistan".



Afghanistan: al via intesa Ue-Russia per eliminazione oppio

E-mail Stampa PDF

Arlacchi: bene accordo, sarà costituito Comitato misto

ANSA - Bruxelles, 28 giu.2011 - Concepire e attuare un piano quinquennale per l'eliminazione delle piantagioni di papavero dall`Afghanistan. E' l'obiettivo dell'intesa Ue-Russia ufficializzata oggi nel corso della Conferenza organizzata a Bruxelles dal gruppo della sinistra democratica (S&D), a pochi mesi dall'approvazione del Rapporto Arlacchi sulla nuova Strategia dell'Ue in Afghanistan.

Leggi tutto...
 

Arlacchi: "Italia non rinunci a investire in Afghanistan"

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Bruxelles, 23 giu. 2011 - La svolta di Obama sull'Afghanistan e' un fatto rilevante, ma l'Italia non deve abbandonare il suo impegno nel Paese, soprattutto dal punto di vista degli investimenti economici. E' l'opinione espressa da Pino Arlacchi, presidente del gruppo europarlamentari per l'Afghanistan, e relatore sulle strategie dell'Ue. "Herat in particolare - sottolinea Arlacchi - e' una zona ricca di risorse petrolifere e naturali nella quale i cinesi stanno investendo moltissimo. Noi invece siamo in ritardo". "Nel suo recente viaggio in Italia - ricorda - il governatore Daud Shah Saba ha invitato le nostre aziende a impegnarsi in quei territori, si tratta di una occasione da non perdere".

Leggi tutto...
 

«L’oppio afghano minaccia l’Europa e la Russia. Serve un piano comune»

E-mail Stampa PDF

Primo Piano, l'Unità, 6 mar.2011

Intervista a Viktor Petrovic Ivanov, di Rachele Gonnelli

Il ministro russo a capo dell'ufficio anti narcotici di Mosca lancia il progetto di un ufficio di coordinamento sotto l'egida dell'Onu: «I cartelli della droga ora vogliono destabilizzare anche il Medioriente»

Ha occhi grigi e acuti, il «ministro» russo Viktor Ivanov. Nella stanzona decorata di stucchi dorati e velluti verde limo dell’ambasciata di Mosca a Roma il suo discorso è ritmato da due parole: «ugrozy», minaccia, e «sayuz», unione. Viktor Ivanov ha il rango di ministro anche se non siede nel gabinetto di Vladimir Putin.
È il direttore dell’ufficio antinarcotici della Federazione russa. La «minaccia» di cui parla è l’eroina che scorre a fiumi nelle vene dei giovani russi, tutta di provenienza afghana. «L’eroina, al 90% prodotta in Afghanistan, produce 100mila morti l’anno nel mondo - dice Ivanov - piùvittime della bomba di Nagasaki, e nonostante i nostri sforzi 30mila dei nostri giovani muoiono ogni anno a causa di questa droga».

Leggi tutto...
 

(EU) EP/AFGHANISTAN: In favour of new European strategy

E-mail Stampa PDF

Agence Europe, 17 December 2010

THE DAY IN POLITICS

Brussels, 16/12/2010 (Agence Europe) - A large majority of MEPs (507 for, 77 against and 4 abstentions) adopted the report by Pino Arlacchi (S&D, Italy) on a new EU strategy for Afghanistan, calling for reform of international aid, the elimination of the poppy crop, better coordination for the training of Afghan police forces and support of the peace process. The vote at the EP committee on foreign affairs in early November had taken the most controversial proposals out of the report, such as the description of western forces deployed in the country as occupation forces. Nonetheless, the report by the Socialist MEP still aroused considerable debate before the vote on Wednesday 15 December. A ban on the use of UAVs (unmanned aerial vehicles), considered by Arlacchi as contrary to the peace process and used to “decapitate” the Afghan insurgency, was among the proposals most fiercely challenged.

Leggi tutto...
 

Afghanistan; Parlamento Strasburgo Approva Rapporto Arlacchi

E-mail Stampa PDF

(AGI) - Bruxelles, 16 dic. - Il Parlamento di Strasburgo ha approvato a larghissima maggioranza il Rapporto sulla nuova strategia dell'Unione Europea in Afghanistan, messo a punto dall'eurodeputato del PD Pino Arlacchi. "E' il traguardo di un percorso cominciato un anno fa e che aveva gia' ottenuto l'approvazione quasi unanime in Commissione Esteri. Si tratta di uno dei documenti piu' critici mai approvati a Bruxelles su un intervento Nato e sulla condotta dell'Europa e Usa in Afghanistan negli ultimi dieci anni". L'approvazione del rapporto e' arrivata nello stesso giorno in cui Barack Obama ha annunciato la nuova strategia per il paese asiatico. "La differenza tra l'approccio europeo e quello americano e' evidente", ha spiegato Arlacchi, "Washington pensa ancora all'impatto militare, l'Europa avvia un nuovo approccio, centrato sulla politica e la societa' civile.

Leggi tutto...
 

Afghanistan: Arlacchi, Parlamento UE chiede svolta strategia

E-mail Stampa PDF

(ANSA) - Bruxelles, 16 dic. 2010

Un radicale cambiamento della strategia europea: e' quanto chiede il rapporto sull'Afghanistan preparato dall'europarlamentare Pd Pino Arlacchi e approvato oggi a larghissima maggioranza dal Parlamento Ue.

''E' il traguardo di un percorso cominciato un anno fa e che aveva gia' ottenuto l'approvazione quasi unanime in Commissione Esteri'', ha detto Arlacchi. ''Si tratta di uno dei documenti piu' critici mai approvati a Bruxelles su un intervento Nato e sulla condotta dell'Europa e degli Usa in Afghanistan negli ultimi dieci anni''.

 

Leggi tutto...
 

Afghanistan - Pino Arlacchi advocates new approach

E-mail Stampa PDF

www.europarl.europa.eu

The merits of a possible change of strategy in Afghanistan by the European Union and its allies will be debated Wednesday afternoon by the European Parliament. A new report by Italian centre left MEP Pino Arlacchi calls for a more civilian based approach and for the Afghan Government to have the ultimate responsibility for who they talk to. Prior to the debate on Wednesday we spoke to him about his ideas.

Leggi tutto...
 

Afghanistan, Arlacchi: "Bisogna cambiare strada"

E-mail Stampa PDF

www.europarl.europa.eu, 14 dic. 2010

Cambiare strategia in Afghanistan? Pino Arlacchi, ex-vice segretario generale dell'ONU e deputato europeo nelle file dei Socialisti e Democratici, è convinto che non solo è possibile, ma necessario. Il suo rapporto, che sarà discusso dal Parlamento mercoledì e votato giovedì, sostiene che l'opzione militare è ormai giunta al capolino, e solo un approccio civile garantirà che il governo afgano assuma appieno le sue responsabilità.

 

Leggi tutto...
 

A clear message on Afghanistan

E-mail Stampa PDF

Agence Europe

A Look Behind The News by Ferdinando Riccardi, 13 November 2010

Relations with Africa and Afghanistan - Military cooperation within EU

[...]  The committee on foreign affairs of the European Parliament approved by an overwhelming majority (60 votes in favour, one against and five abstentions) the Arlacchi report, which calls for a radically new policy in Afghanistan. Next month, the plenary session will take position. Nearly 4 months ago, this column referred in detail to this report (bulletin 10186), wishing to stress the Parliament's desire to put its stamp on the foreign policy of the Union.

 

Leggi tutto...
 

Afghanistan: "il mio lavoro al Parlamento Europeo dimostra un impegno iniziato 13 anni fa all'ONU"

E-mail Stampa PDF

Bruxelles, 11 nov. 2010

«Il mio rapporto sulla nuova strategia dell´Europa in Afghanistan è diventato patrimonio dell´intero Parlamento europeo, che lo ha approvato quasi all´unanimità. Ho lavorato un anno intero per raggiungere questo risultato. Sono stato in Afghanistan, dove ho potuto approfondire i temi del mio rapporto con tutti gli interessati, dal Presidente Karzai ai vertici ISAF, dagli emissari dei Talebani ai diplomatici europei, russi, pakistani e degli altri paesi della regione. Ho concluso che era necessario un radicale ripensamento di tutta la strategia finora seguita dall´Europa. Dovevamo smettere di andare a rimorchio degli errori americani, anche per dimostrare in questo modo la sincerità della nostra amicizia nei loro confronti», dichiara Pino Arlacchi. eurodeputato del Gruppo liberaldemocratico ed ex-vicesegretario generale dell´ONU.

Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 5
ItalianEnglish

Mi Presento

Benvenuti nel mio sito. Qui potete farvi un’idea di chi sono, e trovare notizie e documenti sulle mie opere e sui miei giorni.

Pino ArlacchiNon sono una persona complicata. La mia vita pubblica ruota intorno a due cose: il tentativo di capire ciò che mi circonda, da sociologo, e il tentativo di costruire un mondo più decente, da intellettuale e militante politico.

Leggi tutto...

I Padroni della Finanza Mondiale

I Padroni della Finanza Mondiale (copertina)
Libri in pdf

Agenda

 


 

 


Facebook

Ultimi Tweet

Segui Pino Arlacchi su YouTube

In Evidenza

Prev Next

Hong Kong, la storia che non leggerete

Hong Kong, la storia che non leggerete di Pino Arlacchi | 18 luglio 2019   Non riportare mai la versione dell’altra parte in...

Articoli | 18 Lug 2019

Ex Vice Segretario ONU sul Rapporto Bachelet: "Molti dati sono inventati o grossolanamente esagerati

Di seguito il mio commento per L'Antidiplomatico riguardo alle grossolane esagerazioni e falsità contenute nel Rapporto dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per...

Articoli | 15 Lug 2019

La povertà in Inghilterra e in Venezuela

La povertà in Inghilterra e in Venezuela Roma, 15 luglio 2019   Mi sto occupando in questi giorni del problema della povertà in...

Articoli | 15 Lug 2019

Anche la Merkel molla Guaidò

La notizia della normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra #Venezuela e Germania, e le sue rilevanti implicazioni politiche, è stata ignorata dai media...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump e l'Iran, le prossime mosse

Su L'Antidiplomatico continua la mia analisi sui rapporti Usa-Iran. (https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pino_arlacchi__trump_e_liran_le_prossime_mosse/82_29134/?fbclid=IwAR0AwpEn5ufDl53QI5Kz8XuiHJtRMEe9yDgTUDmjYAEoZjB8XF_M6Oa1jIE)   Trump e l'Iran, le prossime mosse di Pino Arlacchi | 25 giugno 2019   Senza saperlo (dati...

Articoli | 14 Lug 2019

Perché non ci sarà la guerra all'Iran

Su Il Fatto Quotidiano di oggi una mia riflessione sul perché - nonostante le continue minacce da parte degli Stati Uniti -...

Articoli | 14 Lug 2019

Trump, il bullo che si vede padrino

Con questa riflessione su Trump e la criminalità organizzata riprendo la mia attività dopo una breve interruzione dovuta a un...

Articoli | 14 Lug 2019

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro

Il doppio bluff di Juan Guaidò nella partita tra Usa e Maduro di Pino Arlacchi | 3 maggio 2019 https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/03/il-doppio-bluff-di-juan-guaido-nella-partita-tra-usa-e-maduro/5150545/?fbclid=IwAR3Isi3sL0jOi9DsinQx-MRRJTsUTl1f5OqJZkxjvPm5GEDxrNHelBjgoiY   Siamo tutti Guaidó....

Articoli | 14 Lug 2019

Arlacchi: "Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte"

Questo è il mio contributo - pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano - contro la valanga di disinformazione che i media...

Articoli | 14 Lug 2019

LIBIA: L’INTERVENTO NATO CHE BOMBARDÒ LA RAGIONE

Su “Il Fatto” di oggi ho pubblicato la seguente analisi sulle origini della crisi libica che tenta di fornire una...

Articoli | 14 Lug 2019

Newsletter


Chi è Online

 380 visitatori online

Questo sito utilizza cookie; accedendo o cliccando su "Accetto" acconsenti a scaricare sul tuo browser tutte le tipologie di cookie presenti in questo sito..

Accetto cookie da questo sito.

Info